Ricetta relizzata daGnamit
Valutazione ricetta
5
(3)
Porzioni per: 4 Persone
Tempi di preparazione:20 minuti
Tempi di cottura:15 minuti
Calorie per singola porzione da 100g:350 Kcal

CAPONATA DI NATALE

La Caponata da piatto conosciuto e consumato solo localmente nel territorio siciliano è diventata rinomata nel mondo grazie all’attività industriale iniziata nel 1869 dalla famiglia Pensabene ed a seguire dalla Fratelli Contorno, un’antica famiglia di conservieri di Palermo. Veniva prodotta industrialmente nell’antico opificio in Corso Tukory a Palermo (ancora oggi visibile ma in disuso), inscatolata in lattine realizzate e saldate a mano, e da lì diffusa, commercializzata e apprezzata dai consumatori di varie parti del mondo, in particolare negli USA dove gli emigrati siciliani ritrovavano il sapore della loro cucina. Trattasi di un ottimo contorno da preparare per le vostre cene natalizie poiché può essere cucinata prima e servita al momento opportuno. Ovviamente se vi piace potete cucinarla in altri periodi dell’anno…considerate che il trucco sta nell’avere le verdure fresche…più fresche sono e più saporita sarà la vostra caponata!

Stai cercando idee per il tuo contorno? Allora clicca qui e scopri cosa abbiamo preparato per te!


INGREDIENTI PER 5 PERSONE

250 g mandorle pelate
6 cuori di sedano
150 g uva sultanina
100 g capperi
300 g olive verdi
2 cucchiai pangrattato
3 cucchiai zucchero
1/2 bicchiere aceto bianco


PREPARAZIONE PER CAPONATA DI NATALE

  1. Lessate i cuori di sedano in acqua salata, scolateli e soffriggeteli. Tagliateli a pezzetti e metteteli in un tegame con un filo d’olio, olive, capperi, l’uva sultanina e le mandorle. Lasciate cuocere per una decina di minuti mentre a parte preparate l’agrodolce con l’aceto e lo zucchero;
  2. In una buona padella antiaderente scaldate un po’ d’olio e mettete a cuocere dell’abbondante mollica da abbrustolire. Fate attenzione a cuocerla a fuoco lento e a girarla di continuo e non appena si scurisce spegnete il fuoco;
  3. Si serve fredda accompagnata con dell’uva sultanina che ne esalta il contorno

Quanto ti è piaciuta questa ricetta?

Clicca sulle stelle per valutare la ricetta!

Media voto 5 / 5. Valutazioni totali: 3