olio extra vergine di oliva Heraia

Heraia

Olio extra vergine di oliva prodotto dalle cultivar autoctone siciliane Moresca e Nocellara dell’Etna.

Fruttato intenso e complesso. Spiccato è il profumo del cardo fresco ancora verde e del pomodoro verde.

Un olio complesso ma equilibrato. Si sposa in maniera eccezionale con ogni tipo di pietanza. Massima è la sua espressione in piatti a base di aromi come basilico, menta e agrumi.

sostenibilità e tradizione per l'olio extra vergine di oliva

La voglia di valorizzare il patrimonio storico e le eccellenze gastronomiche del territorio, sono il presupposto perfetto di un buon successo. Il legame che ci unisce al territorio d’appartenenza ci spinge oltre le sfide della contemporaneità, ci rinnova e ci riforma mantenendone, al tempo stesso, le consuetudini. Laddove passato, presente e futuro si intrecciano, sorge Heraia, azienda agricola nel cuore della Sicilia e il suo olio extra vergine di oliva.

L’olio extra vergine di oliva Heraia si presenta in un orcio dipinto in terracotta, un design unico che non lascia indifferente neanche la vista e ci porta nel bel mezzo dell’antica mitologia greca. L’orcio è un tributo alla Gorgone e lascia presagire, nel suo stile, la natura goduriosa di quest’olio, che può risultare, certe volte, anche pericolosa. L’orcio è una versione ad edizione limitata che ha ottenuto, nel 2022, anche il “Platino Award: Le Forme dell’Olio” per  il packaging visual design dedicato agli oli da olive. L’ orcio “Tributo alla Gorgone”, al suo interno, raccoglie un blend di olio extravergine di oliva proveniente da due cultivar autoctone siciliane la Moresca e la Nocellara dell’Etna.

Al naso il suo fruttato impetuoso è assai complesso: il carciofo ancora giovane e il pomodoro verde sono senza dubbi i primi sentori ad approdare sui recettori nasali ma, successivamente, è possibile riconoscere anche il fresco profumo della mela verde, quello della cicoria e l’odore di erba appena falciata.

All’assaggio, dopo il consueto rito dello strippaggio, le subdole note amare e piccanti esplodono quanto meno te lo aspetti. Una piacevole sensazione che ci permette, senza ombra di dubbi, di affermare la notevole qualità nutrizionale e organolettica di questo olio. Un equilibrio perfetto di profumi e di sensazioni gustative che lasciano il palato fresco e pulito.

L’ orcio “Tributo alla Gorgone”, l’olio extra vergine di oliva di Heraia, è il risultato perfetto di una somma di fattori qualitativi che dalla raccolta alla molitura, giungono fino alla nostra pietanza e ci permettono di apprezzare a pieno questo ingrediente. Grazie alla sua notevole versatilità, l’olio extravergine di oliva Heraia trova posto in piatti crudi e cotti, di carne, di pesce o di verdura ma diventa impeccabile in preparazioni aromatiche a base di menta, basilico o agrumi come ad esempio un buon filetto di sgombro marinato agli agrumi pescato nel vicino Mar Mediterraneo.

A cura del dott. Vito Casamassima
Tecnico ed esperto assaggiatore di olio di oliva

Heraia

OLIO EXTRA VERGINE DI OLIVA heraia

Olio extra vergine di oliva prodotto dalle cultivar autoctone siciliane Moresca e Nocellara dell’Etna.

Fruttato intenso e complesso. Spiccato è il profumo del cardo fresco ancora verde e del pomodoro verde.

Un olio complesso ma equilibrato. Si sposa in maniera eccezionale con ogni tipo di pietanza. Massima è la sua espressione in piatti a base di aromi come basilico, menta e agrumi.

biodiversità per garantire il gusto e la salute

La voglia di valorizzare il patrimonio storico e le eccellenze gastronomiche del territorio, sono il presupposto perfetto di un buon successo. Il legame che ci unisce al territorio d’appartenenza ci spinge oltre le sfide della contemporaneità, ci rinnova e ci riforma mantenendone, al tempo stesso, le consuetudini. Laddove passato, presente e futuro si intrecciano, sorge Heraia, azienda agricola nel cuore della Sicilia e il suo olio extra vergine di oliva.

L’olio extra vergine di oliva Heraia si presenta in un orcio dipinto in terracotta, un design unico che non lascia indifferente neanche la vista e ci porta nel bel mezzo dell’antica mitologia greca. L’orcio è un tributo alla Gorgone e lascia presagire, nel suo stile, la natura goduriosa di quest’olio, che può risultare, certe volte, anche pericolosa. L’orcio è una versione ad edizione limitata che ha ottenuto, nel 2022, anche il “Platino Award: Le Forme dell’Olio” per  il packaging e visual design dedicato agli oli da olive. L’ orcio “Tributo alla Gorgone”, al suo interno, raccoglie un blend di olio extravergine di oliva proveniente da due cultivar autoctone siciliane la Moresca e la Nocellara dell’Etna.

Al naso il suo fruttato impetuoso è assai complesso: il carciofo ancora giovane e il pomodoro verde sono senza dubbi i primi sentori ad approdare sui recettori nasali ma, successivamente, è possibile riconoscere anche il fresco profumo della mela verde, quello della cicoria e l’odore di erba appena falciata.

All’assaggio, dopo il consueto rito dello strippaggio, le subdole note amare e piccanti esplodono quanto meno te lo aspetti. Una piacevole sensazione che ci permette, senza ombra di dubbi, di affermare la notevole qualità nutrizionale e organolettica di questo olio. Un equilibrio perfetto di profumi e di sensazioni gustative che lasciano il palato fresco e pulito.

L’ orcio “Tributo alla Gorgone”, l’olio extra vergine di oliva di Heraia, è il risultato perfetto di una somma di fattori qualitativi che dalla raccolta alla molitura, giungono fino alla nostra pietanza e ci permettono di apprezzare a pieno questo ingrediente. Grazie alla sua notevole versatilità, l’olio extravergine di oliva Heraia trova posto in piatti crudi e cotti, di carne, di pesce o di verdura ma diventa impeccabile in preparazioni aromatiche a base di menta, basilico o agrumi come ad esempio un buon filetto di sgombro marinato agli agrumi pescato nel vicino Mar Mediterraneo.

A cura del dott. Vito Casamassima
Tecnico ed esperto assaggiatore di olio di oliva

altri oli della rassegna

© 2022, Gnamit. All rights reserved.